- APP CLIENTE

Da SmartVet - Wiki.
Versione del 9 mar 2022 alle 11:08 di Olozano (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Panoramica generale

Al momento è disponibile solo l'App Android. Per scaricarla è possibile andare sullo Store di Google e cercare "SpotiPet". Il veterinario può condividere, per mezzo dell'app, i referti clinici, scadenze vaccinali e appuntamenti.

- Referti: una volta creato un referto (visita, chirurgia, diagnostica, etc) è possibile condividerlo per mezzo di un tastino con il simbolo del lucchetto che trovi a sinistra del schermo. Se premuto il tastino diventa verde, questo sta a significare che il referto è stato condiviso. Nota bene, questa condivisione è alla stregua di un invio email, una volta inviata non puoi richiamarla indietro; questo significa che una volta che hai condiviso il referto, questo rimarrà sull'App del cliente anche se dovessi chiudere la condivisione.

- Scadenze vaccinali: in automatico, quando registri un vaccino su un paziente, selezioni anche la scadenza, cioè l'eventuale richiamo. Questa scadenza sarà visibile al cliente sull'App.

- Appuntamenti: al momento della creazione di un evento sul calendario, se selezioni il cliente e metti il check sul tasto "Condiviso", il cliente troverà riceverà subito una email e troverà l'appuntamento sull'App.


Il mio cliente non vede tutti i suoi animali sull'App

L'animale viene creato nel momento in cui il veterinario condivide un referto. Se il cliente ha 2 animali, ma ne vede solo uno, significa che sull'animale "mancante" non ha alcuna condivisione.


Il mio cliente non riesce ad accedere

La prima cosa da fare e sincerarsi che abbia un account sull'App, cosa non banale e/o che stia utilizzando una'email per accedere o la email corretta. Un altro aspetto è verificare che stia inserendo la email senza spazi e la password corretta. In tal caso può provare a richiedere una nuova password. Se non dovesse ricevere la email, deve controllare nello SPAM.